INEDITO DA HORCRUX

Buon Giorno Signor Klister.
Ha risolto il problema?
con tutto il materiale indiziario
in suo possesso,
dovrebbe giungere a conclusione
il contenzioso con le parti offese.

La doglianza è fondata
ed ha tutti i contraddittori
perché i ricorrenti Marx,
Heidegger,
Derrida,
Nietzsche,
e gli iscritti al Circolo di Vienna,
possano procedere alla loro richiesta
di diritti offesi.

Non si può stare sempre al buio!
C’è da capire qualcosa, disse Klister a Corbin.

Domanda impertinente
che fa uscire i topi dalla fogna.

Non ho niente da dire,
se non quello che dissi
ai Priori del Convento
quando rimasi solo nella stanza
a cercare le ampolle,
le brocche,
i vasi di veleni per la morte.

Il Nulla non ha voce.
Non si chiude agli spazi,
né al tempo.

Ha un assorbimento universale
senza alcun punto di interruzione.

Ci pensi bene!
Scusi, ma non afferro il concetto.
Se sta qui, disse Klister
lo deve al Nulla.

Gianmarco Vermigliani,
filosofo della Università di Boston,
scrisse che il cervello è una specie di caffè
in ebollizione, con due tazzine
di cui una piena e l’altra vuota.

Credo che un contraddittorio
debba essere fatto 
sentenziò Corvin.

Ho capito. Lei ha sempre un po’
di Essential CBD Extract che la salva
da ogni entertainment,
concluse Klister.

Su instagram
appaiono tante escursioni mentali
da individuare un certo
-esternalismo attivo-.

Oh bambù, bum bum!
I semi che piantasti
si sono rinvigoriti?
Hanno prodotto bouquet
per la Regina Margarethe?

I quadri di Julie Mehretu
hanno proposto figurazioni esterne
al Whitney Museum
in quattro parti di acrilici su tela
già esposti nella prima edizione
di Art Basel Cities a Buenos Aires.

Mi scorre il sangue sapendo
che la cucitrice di nuvole e lampi,
una certa Signora Bresson,
possa un giorno
raggiungere il piano superiore
restando in quarantena.

Ciao, Miss Shelin,
a quest’ora dovresti essere
in terapia ormonale
per evitare i sintomi vasomotori
che mettono in azione
il tromboembolismo venoso
se non ricorri subito al gabapentin.

Sia nel primo che nel secondo caso
il risultato è sempre lo stesso,

Come al solito, disse Klister,
non capisco,
e resto con il Direttore del Dipartimento
Federale, se mai abbia letto notizie
da Il Guardian su Because of Who I Am?

 

2 thoughts on “INEDITO DA HORCRUX

  1. Chiacchierata piacevolissima; se orecchiata a distanza, surreale. Quel che accade, o viene detto, non contempla intenzione di lasciare traccia. Tutto è fuggevole, per quanto seri possano apparire gli argomenti trattati. Poesia ha quindi valenze ariose, senza differenza tra detto e non detto, perché “il risultato è sempre lo stesso”. Ben oltre l’ironia.

  2. Il presente è il luogo dell’orizzonte degli eventi. È un luogo che non esiste, come aveva ben intuito il vescovo di Ippona, e come tale è un nulla, un nulla che si presenta nel presente. Le Figure che abitano il presente sono immerse nel nulla, ecco perché la nuova fenomenologia del poetico o poetry kitchen agita Figure come se fossero dei pieni, ma in realtà sono un nulla, nulla di nulla. La mente è lo specchio del nulla che, riflettendo il nulla riflette se stesso: un nulla. La poesia di Mario Gabriele, quella di Jacopo Ricciardi, e quella di tutti gli altri abitanti della poetry kitchen è una fotografia del nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*