INEDITO DI MARIO M. GABRIELE

Dimentichiamo le ipnosi, i coriandoli di carnevale. Nei borghi storici ritroviamo le età perdute. Il resort di upupe e civette è diventato luogo di streaming e download. Un calendario senza ricorrenze col solo indirizzo di Save The Children. Restiamo con l’astrolabio senza più gli oroscopi aggiornati. Torna la serie di Babylon Berlin su Sky on […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE

Ci togliamo le cravatte, i gilet stile parigino per una serata a Courmayeur. Nessuno  tratta  la scarpiera come una madame. L’universo è stanco di Metafisica. Cerca altrove  l’Origine delle cose. Freud non ha mai cambiato le lenzuola dal sofà. Ha uno strano modo di vedere le cose. Jessica mi attrae con la sua lingerie allontanandomi  […]

REGISTRO DI BORDO di Mario M. Gabriele

  E’ disponibile il mio nuovo libro dal titolo “Registro di bordo” Ed. Progetto Cultura,  www.progettocultura.it , intervento critico di Giorgio Linguaglossa ed illustrazione grafica di Lucio Mayoor Tosi, prezzo: 12 euro. Di seguito vi propongo un recente inedito Ti aleggiamo  intorno  come  rondini, Mammy senza sapere chi di noi sta al confine. Sempre più dal fondo del […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE

L’altra  parte della città sembra una favela con i muri umettati di vernice. -Ruby, dì qualcosa-. -Non ho parole che buchino le pietre.- Quaggiù non opera più nessuno E’ diventato un borgo abbandonato. Susy, puoi prenderla con comodo studiando  il prossimo avvenire. La questione non è facile. -Vuol dire che anche tu hai trovato le […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE

Inverno ibrido con le coperte sopra i sogni. Non so nulla dove andiamo, chi incontriamo. Spente le luci e la valvola  termostatica rimane il ticchettio dell’orologio a pendolo. Scende lo spleen senza avvertire la pioggia  che batte nel giardino. Cerchi cose che nessuno conosce e vivono di traverso nei pensieri. Come due apripista scendiamo a […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE – SANTA FE –

La chiamavano la casina delle rose perché chi passava di lì lasciava un gambo. Bambino mio, metti il cappellino. C’è troppo sole questa mattina! Arriva l’ATM con i niggers a bordo senza Padre Ugolino. Kriss aveva pubblicato un pamphlet con l’incipit: -Caro Cielo, ti mando una lettera-. Una piega mentale la ricondusse nella cappella vuota […]

DUE INEDITI DI MARIO M. GABRIELE con tanti auguri ai lettori

1 L’occhio segue le stanze nella casa. Denise guarda le pareti senza quadri. Non  trova l’indicibile. Le indico il sublime. Lo sguardo si fa taglio lunare sul polittico del Beato Angelico. Al Circolo Weidmann non c’erano quadri della Biennale ma fantasie irreali. Una vita da Waste Land. Milly si mise al centro della sala dicendo:-balla […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE

Parliamo di rado, e poche volte usciamo all’aperto. In cima ad un albero aspetta  Il pettirosso. Mancano i poeti della Quinta Strada nell’Indice dei Nomi. Così pure Marianne Moore e Merrill James. Tre operai arano la terra per un nuovo Comandamento. Rimani nel sotterfugio così diremo a tutti che vivi nell’Emisfero  australe. Parliamo a ritroso […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE

  Una linea di lunghe frasche segnava il confine tra Essere e Tempo. Bottiglie di Negroamaro brunivano la notte. Usciti dal bistrot portammo i pensieri all’altezza  del Paradiso. Presero forma i catafalchi di Dio, e i tumulti dell’anima. C’era  la musica di Berio e di Henz Hollinger sul palcoscenico. Pensammo a Brecht e alle nostre vie […]

INEDITO di Mario M. Gabriele

La nebbia aprì squarci. Il dubbio era se il mese più corto dell’anno avesse altre vendette. Una solitaria tristezza prese la strada più lunga, senza pigolii d’uccelli allo sbaraglio. Fu un’antologia di chimismi lirici a portarci in ecstasy. In nessun porto approdò l’hovercraft. Ci fu al Berlitz World un memorial day con uno spartito di […]