INEDITO DA CAMBI DI STAGIONE

Poche erano le performance su Prove e Diritto, anche se qualcuno azzardava ipotesi su Les limitations internes des formalismes di J. Ladrière, senza sapere il gioco delle tre carte. Per mesi abbiamo atteso una parola dal cielo: tutto un tempo trascorso tra master e verificazioni. Mancava il full up dei pensieri, la materia oscura, pure […]

INEDITO DA CAMBI DI STAGIONE

Britney chiarì le idee nel periodo di massima oscurità. Edward aprì il cassonetto trovando L’arpa di Tardieu e fu come un oroscopo rivedere gli appunti su Mayflower. Questioni di evenienza causale ciò che disse Padre Mill. Paul chiese la strada per St. Mike’s Hospital. – Siediti e respira, gli dicemmo, -mantieni il ritmo dei ricordi […]

INEDITO DA CAMBI DI STAGIONE

Passo dopo passo, strada facendo, fu Dora Gray ad aprire la mente, luogo infernale, non importa se di fuoco come nei boschi dell’Amazzonia, ricordando i fratelli Din, per poi doverli lasciare in dimore appassite come le stagioni d’autunno. Chiamiamoli come vuoi, Felix e Gil, guanti di velluto alla Scala nel concerto di Maurizio Pollini, prima […]

REPORTAGES CLINICI di MARK BEDIN

Nel complesso panorama della poesia italiana del terzo Millennio, non è facile trovare una linea comune di fronte al bailamme linguistico che imperversa nelle librerie e nel publishing con vistosi attacchi dissociativi contro la Tradizione. A sviluppare questa rimozione dal Passato non sono pochi coloro i quali aderiscono ad una cultura di occupazione abusiva del […]

AMICI-NEMICI- SECONDA PUNTATA

AMICI-NEMICI- SECONDA PUNTATA. Cari amici e Care amiche, Vi comunico che l’Editore mi ha consegnato le copie di Horcrux e che a breve, manderò in omaggio a coloro di cui ho l’indirizzo. Credo di non essere petulante se riaccendo la fiaccola dell’incredibile azione dissacrante di Giorgio Linguaglossa nei miei confronti. Questi momenti  così reattivi sul […]

I DELIRI DI TORQUEMADA

AMICI-NEMICI   La poesia è morta. A ricomporla c’è sempre qualcuno che si propone come start-up, nel rimetterla in gioco, ignorando che la poesia è una dama che usa vestiti Red Carpet e non gonne stretch da outlet. Il risultato è un gioco a perdere, causa l’assenza di professionalità, (che non è puro e semplice […]

INEDITO DA “CAMBI DI STAGIONE”

Un viaggio dai doppi transiti autostradali, voli di piccioni sulla carrozzeria, con complicanze neuronali dopo aver letto al Caffè Bar l’Italia poetica in contumacia. Ci aspettano brutte stagioni, colonscopie senza antidolorifici. Se ti baciassi dal collo in giù scopriresti la nuit de l’amour. Pensavo di andare questa estate a Donville, per una vacanza senza Aruba, […]

TESTO DA “CAMBI DI STAGIONE”

Bulldozer di tritaversi, che Dio lo benedica se dice male della FED, con scarpine amphibiox, resistenti all’acqua, come le GEOX, un tecnoman  in cerca di whisky e glass, di altri mondi in miniatura, me lo chiami stasera, Patric, c’è motivo di dirgli che giocare fuori casa è sempre un rischio! Mancano pochi giorni a Natale. […]

La Poesia nel Sud

La Poesia nel Sud   La poesia nel Sud tra dimenticanze e annessioni. Non dubitiamo che l’opera letteraria, e più in specifico quella in versi, sia un mondo simbolico rivolto al gruppo sociale, secondo la definizione di Matthias Wlatz. Il fatto è che oggi la poesia non è più collettiva. Molti laboratori di scrittura non […]

TESTO DA “CAMBI DI STAGIONE”

Mary Jones aveva un sodalizio con Il Filo d’oro. Partnership nel Detoxing Culture passava le notti insonni navigando nel Memoring. Il meglio  lo faceva stando in cucina con Il libro americano dei morti. Queste cose mi servono, lei disse, per andare nel Paradiso delle Signore, attenuare la candidosi: mughetto di colore bianco, grande quanto un orecchino. […]