APPUNTI SUL TEMA DELLA MEMORIA

1 I dodge scorrevano lungo la strada dopo l’Armistizio di settembre. In edicola ci passavo a comprare le strane avventure di Dylan Dog. e una copia  del Diario di Anna Frank. Mi feci cercatore di immagini che caratterizzarono la crisi mondiale e le foto del Patto Tripartito a  Berlino con Hitler, Ciano e il ministro […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di Bordo

Sono passati per Velika Gorica i transumanti del globo, riconoscendo la via, il numero civico, il giardino di rose e di viole. C’erano Joseph e Luisa, il capotreno del binario 21 e le artiste della Carnegie Hall. Hillary  lasciò il bridge che l’aveva tenuta in surplus durante la notte. Strano che Bob non abbia intuito […]

LA CASA DI OLGIATE – EUGENIO MONTALE

  La casa di Olgiate (Mondadori, a cura di Renzo Cremante e Gianfranca Lavezzi, 2006). ……………………………………………………. In quel tempo era ancora vivo il piccolo Tonino nella casa alta sul cavalcavia. Io la vedevo, la casa, dall’autostrada, ignorando te e lui: non mi balzava il cuore come adesso. L’ignoranza mia occultava l’avvenire, il fil- di-ferro del […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di bordo

Abbiamo percorso tornanti e strade con avvisi di stay away. Nel vecchio hotel ci sono stati incontri di creative writing con poeti underground. Karinova soffre di beta amiloide. Gira il mondo con i pensieri-rondinelle. Si inasprisce l’aria di mele guaste. Gli occhi della signora Rowinda non incantano più. Le distanze non sono mai parallele, neanche […]

INEDITO DA “REGISTRO DI BORDO” DI MARIO M. GABRIELE

Il cartello apriva il concerto su Cajkovskij. Tre signore in prima fila leggevano il carnet della  Sinfonieorchester Wuppertal. Sul divano, a un passo dalla tortura a pendolo, un croupier estraeva a sorte il condannato a morte. Una discussione fra le quinte non portò a nessuna pace. Ognuno parlava secondo la propria immagine. All’uscita dal Forum […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di Bordo

Si stava sotto i segni dell’autunno. Perdersi era l’unica certezza di chi aveva poca fede nel domani. Bruciavano radici e sciami di pensieri. Di un lume si parlò all’ombra del paravento. Maxuell  ha una baita con attico e telescopio. Cerca altri mondi, la strada per Compostela. Ho ancora il Libro  di Rose del 48, curato […]

INEDITO DA REGISTRO DI BORDO

1 Questa mattina c’è un nuovo acquedotto per le giornate africane. La città ha rinnovato gli asili nido, la mediateca, i servizi pubblici e i fabbricati residenziali. L’inventario dei libri è stato  estenuante. La luna ha messo un punto fermo nel cielo. Solo ora, e senza pensare al domani, abbiamo seguito le parole dello sciamano. […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di bordo

La struttura di questo testo si basa sui distici dove, con maggiore evidenza, si immette il frammento, con proprie sintesi  progettuali. Fly Me To The Moon Signora Stefford  i crickets sono andati via. E’ rimasta solo l’upupa con i suoi up up up. Non ce ne sbarazzeremo facilmente. Ormai ha messo le ali sul tetto […]

IN MEMORIA DI UBALDO DE ROBERTIS

Poesie di Ubaldo de Robertis L’Anfora Neve in alto pura la terra natia la gola scura del fiume in basso la foschia  continua a salire il sentiero non è più tanto ripido  come prima l’eco di cose lontane si separa sparge dissolvenze incrociate immagini destinate a scomparire Lui… non le stacca gli occhi di dosso […]