UN INEDITO DI LUCIO MAYOOR TOSI

LUCIO MAYOOR TOSI Lui e Lei avevano due simil gatti: Andersen e l’altro Eckersberg. Entrambi maschi. E castrati. Andersen amava le camicie bianche Eckersberg il contatto con la nudità. “Fetente ma raffinato”, così recitava la pubblicità. Ma Lei aveva a cuore Andersen. Se lo teneva in braccio o sulle spalle, anche stando in piedi mentre […]

APPUNTI SUL TEMA DELLA MEMORIA

1 I dodge scorrevano lungo la strada dopo l’Armistizio di settembre. In edicola ci passavo a comprare le strane avventure di Dylan Dog. e una copia  del Diario di Anna Frank. Mi feci cercatore di immagini che caratterizzarono la crisi mondiale e le foto del Patto Tripartito a  Berlino con Hitler, Ciano e il ministro […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di Bordo

Sono passati per Velika Gorica i transumanti del globo, riconoscendo la via, il numero civico, il giardino di rose e di viole. C’erano Joseph e Luisa, il capotreno del binario 21 e le artiste della Carnegie Hall. Hillary  lasciò il bridge che l’aveva tenuta in surplus durante la notte. Strano che Bob non abbia intuito […]

LA CASA DI OLGIATE – EUGENIO MONTALE

  La casa di Olgiate (Mondadori, a cura di Renzo Cremante e Gianfranca Lavezzi, 2006). ……………………………………………………. In quel tempo era ancora vivo il piccolo Tonino nella casa alta sul cavalcavia. Io la vedevo, la casa, dall’autostrada, ignorando te e lui: non mi balzava il cuore come adesso. L’ignoranza mia occultava l’avvenire, il fil- di-ferro del […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di bordo

Abbiamo percorso tornanti e strade con avvisi di stay away. Nel vecchio hotel ci sono stati incontri di creative writing con poeti underground. Karinova soffre di beta amiloide. Gira il mondo con i pensieri-rondinelle. Si inasprisce l’aria di mele guaste. Gli occhi della signora Rowinda non incantano più. Le distanze non sono mai parallele, neanche […]

INEDITO DA “REGISTRO DI BORDO” DI MARIO M. GABRIELE

Il cartello apriva il concerto su Cajkovskij. Tre signore in prima fila leggevano il carnet della  Sinfonieorchester Wuppertal. Sul divano, a un passo dalla tortura a pendolo, un croupier estraeva a sorte il condannato a morte. Una discussione fra le quinte non portò a nessuna pace. Ognuno parlava secondo la propria immagine. All’uscita dal Forum […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di Bordo

Si stava sotto i segni dell’autunno. Perdersi era l’unica certezza di chi aveva poca fede nel domani. Bruciavano radici e sciami di pensieri. Di un lume si parlò all’ombra del paravento. Maxuell  ha una baita con attico e telescopio. Cerca altri mondi, la strada per Compostela. Ho ancora il Libro  di Rose del 48, curato […]