LE EQUIVALENZE ESTETICHE

L’idea di assemblare i testi poetici di Registro di bordo  in forma di prosa, nasce dal desiderio di verificarne l’interscambiabilità dei due generi letterari, senza creare distanze estetiche da far abbandonare questo progetto. trattandosi di una classica decostruzione e costruzione, della forma che salva gli oggetti, le cose, le propagazioni della realtà, le immagini, il […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di bordo

Convegno alle sette di sera in Alba Chiara, via Donzelli 17, con i primi workshops. Weber parlò a lungo degli organismi astratti e delle idiosincrasie puntando su una nuova Metafisica. C’erano appunti di Extensions del mese di maggio. Uno si fece avanti leggendo My Story. Kriss portò le foto del Muro del Pianto e di […]

RIFLESSIONI SULLA POESIA

Oggi siamo di fronte ad una manovalanza estetica che immette nel mercato una poesia mercificata come pannolini da China Town. Ognuno può scrivere ciò che vuole, pensare come crede, narcotizzarsi ad ogni occasione, tentare perfino di scrivere poesie come favolette per i bambini iperpiretici per farli addormentare. Non c’è più un luogo sociale, esistenziale, storico, […]

UN INEDITO DI LUCIO MAYOOR TOSI

LUCIO MAYOOR TOSI Lui e Lei avevano due simil gatti: Andersen e l’altro Eckersberg. Entrambi maschi. E castrati. Andersen amava le camicie bianche Eckersberg il contatto con la nudità. “Fetente ma raffinato”, così recitava la pubblicità. Ma Lei aveva a cuore Andersen. Se lo teneva in braccio o sulle spalle, anche stando in piedi mentre […]

APPUNTI SUL TEMA DELLA MEMORIA

1 I dodge scorrevano lungo la strada dopo l’Armistizio di settembre. In edicola ci passavo a comprare le strane avventure di Dylan Dog. e una copia  del Diario di Anna Frank. Mi feci cercatore di immagini che caratterizzarono la crisi mondiale e le foto del Patto Tripartito a  Berlino con Hitler, Ciano e il ministro […]

INEDITO DI MARIO M. GABRIELE da Registro di Bordo

Sono passati per Velika Gorica i transumanti del globo, riconoscendo la via, il numero civico, il giardino di rose e di viole. C’erano Joseph e Luisa, il capotreno del binario 21 e le artiste della Carnegie Hall. Hillary  lasciò il bridge che l’aveva tenuta in surplus durante la notte. Strano che Bob non abbia intuito […]

LA CASA DI OLGIATE – EUGENIO MONTALE

  La casa di Olgiate (Mondadori, a cura di Renzo Cremante e Gianfranca Lavezzi, 2006). ……………………………………………………. In quel tempo era ancora vivo il piccolo Tonino nella casa alta sul cavalcavia. Io la vedevo, la casa, dall’autostrada, ignorando te e lui: non mi balzava il cuore come adesso. L’ignoranza mia occultava l’avvenire, il fil- di-ferro del […]