Inedito di Mario M. Gabriele

I

Come stanno le cose baby?
Hai provato con le immagini finte?
Tu sei sempre una ragazza Woodstock.
C’è un pensiero che travalica il monte
per riportarlo in un altro stile su Instagram.
Abbiamo trovato foto .
che aiutano le persone a ricordare.

II

Qualcosa è successo a Princeton.
Non sappiamo nulla dell’evento,
ma il contatto, a ring aperto, 
ha fatto ricordare Willy.
Puoi esibirti ogni volta che inventi un piercing.
Non trovi mai la soluzione.
Hai bisogno di modificarti.
Ti muovi con le lingerie
quando l’utopia di Cusack smette di funzionare.
Devi aver perso al bricolage
se Emerson ti ha ridotto le candele.
Il fatto è che se guardi allo specchio
sembri due persone diverse 
e non so con chi parlare,
a chi dire bugie e verità,
così ti metto in fotocamera 
con la vera foto della vita.

III

Mangia, prega, batti cassa,
per un sorriso alla civetta.
Qui è ancora Coro da l’acqua
per voce sola che si espande,
si allarga in cielo e in terra,
in ogni luogo e habitat,
se mai ritorni a ciel sereno
a cercare il calice di Cristo
c’è solo l’annuncio Wanted nel tuo Menabò.
Fluttuante senso delle trasfigurazioni
torna la mialgia a notte fonda.
Domani cureremo l’Alfa Amilasi e la bilirubina.
Immagino che alla fine sarà solo un comfort food
per non finire sbiancati dalla neve.
Princeton
Precedente Poesia tratta da Horcrux Successivo Inedito di Mario M. Gabriele

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.